venerdì 13 dicembre 2013

Lo Hobbit, la desolazione di Smaug: recensione in anteprima del film

di Manuela Raganati

Milano, 2 gradi, fuori si ghiaccia. Il Natale si respira nelle strade: è proprio arrivato il tempo giusto per andare a vedere al cinema Lo Hobbit.

Dopo un anno di trepidante attesa, infatti, ieri è uscito il secondo episodio della trilogia prequel de Il Signore degli Anelli e il giudizio non è affatto male! BhoBlog ieri sera era presente al lancio ufficiale del film ed ecco la recensione in super anteprima!

Lo Hobbit - La Desolazione di Smaug ci piace perché ci riporta subito nelle atmosfere del primo episodio. Si ricomincia da dove avevamo lasciato: la compagnia dei Nani, Bilbo e Gandalf devono giungere alla Montagna Solitaria, ma gli Orchi li inseguono minacciosamente per distruggerli.

Gli effetti 3D sono davvero fantastici, in certi momenti pensi di essere anche tu là in mezzo, tra Hobbit, Elfi e Nani. L'effetto è molto realistico, migliorato ancora rispetto al primo Hobbit. La scena più bella del film, valorizzata dal buon uso del 3D è la veloce e avvincente discesa nel torrente dei Nani, scappati dal regno silvestre degli Elfi, nascosti dentro barilotti di vino elfico: Mastro Beggins ha davvero una trovata geniale! Acqua, rocce, tronchi, tutto sembra che ci arrivi addosso da un momento all'altro. Gli orchi inseguono e attaccano Thorin e i suoi, ma Tauriel e Legolas scendono in campo con mosse straordinarie che ricordano certi scene del cinema tarantiniano! (Passatemi l'avventato paragone, mentre guardavo il film, ero a stomaco vuoto!)

Tanti nuovi personaggi si inseriscono nella storia, rubando la scena ai principali protagonisti di sempre
. Alcuni però, sono poco caratterizzati, anche se avrebbero un potenziale filmico interessante, come l'uomo Orso, chiamato Beorn. Invece è molto intrigante il ruolo dell'affascinante Arciere Bard, che sicuramente rivedremo nel terzo episodio. Bard è un abitante di Arda, la città sull'acqua del lago ai piedi della Montagna Solitaria. Sotto il potere del Governatore, Arda rimpiange i grandi tempi di splendore degli uomini, che in passato vivevano in pace con i Nani.

La prima ora del film passa un po' lenta, senza azione, le scene sono un po' a sè. Gandalf scompare presto, purtroppo in questo episodio è poco presente. Gandalf, infatti, lascia la compagnia di Thorin per andare alle tombe mortali sopra la Montagna. Il male incombe, una forza oscura diventa sempre più forte, è meglio che i maghi vadano a controllare cosa sta accadendo. Gandalf per questo convoca anche Radagast, ma poi lo congeda presto. 

Intanto, nella foresta di Atro, i Nani e Bilbo hanno perso l'orientamento. Bilbo, allora, sale con i suoi piedi veloci, su su, fino in cima agli alberi della Foresta e, una volta arrivato, respira l'aria fresca e benefica della terra di Mezzo, ammirando un paesaggio bellissimo. Le chiome degli alberi rosse e gialle ricoprono la vallata ai piedi della Montagna, che svetta in lontananza. Bilbo ora conosce la direzione giusta da prendere. Scende giù, ma non trova più gli amici.

I terribili ragni, infatti, hanno intrappolato nelle loro ragnatele mortali tutti i nani. Solo Bilbo, grazie ai poteri magici dell'anello, riesce a salvarsi e a combatterli con la sua spada elfica. Riesce a liberare gli amici Nani e, insieme, riprendono la strada verso la Montagna, ormai da molto tempo invasa dal potere di Sauron: Smaug, l'immeso drago (qui doppiato in modo poco convincente da Luca Ward), si sta per risvegliare. Sotto il suo corpo, nell'immenso tesoro, c'è l'Archengemma, tanto cara al Re dei Nani. Chi la troverà?

Il film è un bel mix di avventura e magia: non potete assolutamente perdervelo se siete appassionati del genere e se, come me, ogni volta che esce Lo Hobbit è arrivato davvero Natale!!! Per restare sempre aggiornato sull'argomento di questo post, puoi seguirmi su Twitter, su Facebook, su Google+ o su Pinterest. Se invece preferisci ricevere i post direttamente nella tua mail, aggiungiti agli altri lettori di BhoBlog qui. Grazie di essere passato/a di qua!


Leggi anche altre recensioni: 
 Guarda il video trailer de Lo Hobbit _ La desolazione di Smaug: 





Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates