Passa ai contenuti principali

Milano Book Fair, Fiera del Libro di Milano. Tema: Intelligenza Artificiale

di Manuela Raganati

Save the date: apre domani 26 Ottobre la prima attesissima Fiera del Libro di Milano, o meglio ancora Milano Book Fair!


Dove? Come? Quando?

La prima Fiera milanese, dedicata esclusivamente al Libro, in tutte le sue straordinarie forme, si terrà da venerdì 26 a lunedì 29 ottobre 2012, dalle ore 10 alle 21, presso il Parco Esposizioni di Novegro.

L'ingresso, che da programma sarebbe dovuto essere gratuito, sarà invece a pagamento: il biglietto costerà 6 euro, ridotto a 4 euro per over 65 e universitari. Disponibili anche carnet per i 4 giorni di Fiera. (per maggiori info)

Il tema della manifestazione, alla sua prima edizione, sarà Intelligenza Artificiale. Al centro, quindi, la tecnologia con tutte le sue incredibili e affascinanti estensioni che riguardano anche l'editoria: dall'ebook agli enhanced books, dai nuovi tablet, al Kindle, fino a Kobo, alle nuove app per condividere le proprie esperienze di lettura e per ampliare, così, la propria cultura. Infatti, l'efficace payoff dell'evento è proprio:
CREDERE, CREARE, CONDIVIDERE.

Non solo libri, ma anche 220 editori, moltissimi stand, numerosi ospiti d'onore e già più di 30.000 accreditati: Milano Book Fair sarà un'occasione importante per il capoluogo lombardo per rilanciare un dialogo tra editoria e pubblico, autori e agenti letterari e famiglie e mondo del libro.

La Fiera, patrocinata dalla Provincia di Milano, Regione Lombardia e Commissione Europea, organizzata da MJM editore div. SIL e Publishers Worldwide Organization, è stata presentata ufficialmente il 17 ottobre, presso lo Spazio Oberdan. Se ti è piaciuto, lascia un like sulla mia pagina di Facebook!

Commenti

  1. passo questo post a mio figlio, sicuramente sarà una notizia interessante. Grazie cara Manuela.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te carissima Tiziana! Tra Venerdì e Sabato sarò dalle tue parti, a Vigevano! Hai per caso dei consigli per come arrivarci con i mezzi (no car)?

    RispondiElimina

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Post popolari in questo blog

10 cose da fare a Milano a Natale 2015

di Manuela Raganati

Quest'anno la nebbia non ci lascia tregua neanche a Sant'Ambrogio e ci ruba tutto il sole e il cielo azzurro. Consoliamoci con un po' di tempo per rilassarci e divertirci! E magari viverci le tradizioni meneghine! Ecco una lista di dieci cose carine da fare nei prossimi giorni a Milano. Se ne avete altre da consigliarmi, scrivetemi qui o sulla mia pagina Facebook dopo ovviamente aver lasciato un Like in dono! A Natale siamo tutti più buoni, vero?


1. Obej Obej: in Piazza Castello, abbandonate ogni speranza, voi che entrate e tuffatevi senza paura nella bolgia del mercatino di Natale per eccellenza: gli Obej Obej! Ne uscirete senz'altro infreddoliti e pieni di regali di Natale per la vostra famiglia! Quest'anno sembra che il vero must della Fiera sia il kitchissimo Mocio Mop... Fino all'8 Dicembre.

2. Alter Bej 2015: per ogni mercatino, c'è un contro-mercatino! Al Cavalcavia Bussa, zona Isola, potrete trovare musica e artisti di strada, ba…

Neve su Tavolara Febbraio 2012

di Manuela Raganati

Ieri mi sono arrivate** ancora numerose fotografie dalla bellissima Sardegna, dopo la copiosa nevicata di domenica. Le più belle, ovviamente, riguardano l'isola che amo da quando sono nata, Tavolara. PER CONTINUARE CLICCA QUI...


Lascia che sia

di Manuela Raganati




Lascia che sia, lascia perdere, lascia andare. E respira...

E' questo che ci dovremmo dire nei momenti in cui tutto sembra andare storto.
Dovremmo ricordarci di queste perle di pura saggezza quando piove e proprio non si vorrebbe uscire, quando i piatti nel lavello sembrano un Everest da scalare, quando la Vita ti chiede di dare sempre di più e tu pensi che nel tuo zainetto di risorse le pillole di energia siano finite.

Lasciamo andare, lasciamo che le cose siano, lasciamo che vadano così come devono andare. Adesso.
Ben presto, riusciremo a vedere il lato positivo di ogni cosa.

Allora prenderemo l'ombrello e ci andremo a fare una bella passeggiata sotto la pioggia battente, magari mano nella mano con la persona amata, poi torneremo a casa e guarderemo il nostro lavello pulito e ripenseremo che ciò che poco prima sembrava una grande scalata, in realtà, era solo un piccolo impegno quotidiano.

E allora cercando meglio nello zainetto, ci renderemo conto che il …