Passa ai contenuti principali

Moda: Auteurs du Monde, storie da indossare

di Manuela Raganati

Perché mi piace la Moda?
Perché spesso la Moda sa raccontare ed è per questo che, secondo me, in un blog letterario, a buon diritto, alla Moda deve esser dedicata una pagina speciale.

Ma cosa ci racconta la Moda?
La Moda ci racconta storie di donne e uomini, che ogni giorno si alzano e vanno a lavorare, ci racconta di tempi passati, di come si vestivano le nostre nonne, le nostre mamme, e persino le nostre sorelle.
La Moda ci fa fantasticare con le mille-e-una-favola delle più belle principesse, attrici e cantanti del mondo.
La Moda cambia sempre, eppure è sempre uguale.

In una collezione come Auteurs du Monde, il racconto è la chiave di successo di una nuova moda 'solidale'. Si punta proprio ad un fantastico gioco di parole che, in Letteratura, a me ha sempre molto affascinato: autore, iniziatore dell'opera, artigiano della parola, della vita e del pensiero, incredibile tessitore di trame.



Chi sono gli Auteurs du Monde? Sono i tessitori che diventano Autori. Gli Auteurs du Monde sono gli artigiani, gli autori delle collezioni che partecipano a questo progetto di moda sostenibile. Altromercato li ha selezionati per l’abilità artigianale e perché questi partner sono a loro volta impegnati nel sociale, attenti a rispettare le tradizioni, le persone impiegate e l’ambiente.

Altromercato, organizzazione leader nel mercato equosolidale, sceglie la stilista di moda etica Marina Spadafora per la direzione creativa di Auteurs du Monde. Altromercato con la collezione Auteurs du Monde si propone di realizzare una moda “altra”, originale e solidale.


Con le collezioni moda Auteurs du Monde si impegna a tutelare e proteggere le strade della tradizione aggiungendo innovazione e modernità. La collezione Autunno-Inverno 2012/13 si arricchisce di tessuti e filati preziosi. Regina incontrastata è la maglieria: i capi in alpaca diagonal sono prodotti da Minka sulle alte montagne del Perù. Il filato viene lavorato a mano nelle tinte naturali del bianco e del nero e grazie a ciò conserva una mano soffice e preziosa.





Allpa Group produce invece le meravigliose cappe, i pull e i cardigan in misto alpaca proposti in più colori, oltre ai naturali e al nero. Le maglie in alpaca peruviana e i cappotti in lana mélange realizzati a Katmandu convivono perfettamente con i capi in denim e in cotone: dal classico trench ai pantaloni vietnamese style. Abiti e gonne in popeline di cotone stampato con la tecnica del block printing e kurta in garza di cotone a riquadri danno alla collezione un ulteriore tocco di stile.



Il denim di Auteurs du Monde è confezionato con cura da Creative Handicraft, cooperativa fondata 25 anni fa’ da Isabel Martin, una missionaria spagnola che, mossa dal desiderio di proteggere le donne vittime di violenze domestiche, ha dato vita a una realtà produttiva che oggi sostiene più di 740 famiglie.

I capi dedicati alla sera privilegiano un’eleganza semplice e lineare, sublimata da materiali preziosi: in particolare la seta cruda per abitini e soprabiti e il velluto di seta dal Vietnam per tuniche e pantaloni palazzo. Sono pensati per una donna che ama vestirsi di segni e dettagli, che adora viaggiare e scoprire.

Una collezione ricca di charme in chiave sostenibile. A completare la collezione pezzi pratici in cotone biologico dai tagli attuali e dalle linee iper-femminili realizzati in molti colori. Perfetti per il tempo libero o da mixare con la maglieria e gli accessori più invernali.

 

















La proposta di Marina Spadafora per questa collezione autunno-inverno 2012 mi sembra davvero molto interessante: una donna grintosa e colorata, avvolta da tessuti morbidi e di qualità, ecosostenibili e innovativi. La donna di Auteurs du Monde si lascia sedurre dalla seta del Vietnam, con tagli e forme piene di originalità e charme. Per altre informazioni sulla nuova collection firmata Spadafora: Altromercato

Commenti

Post popolari in questo blog

10 cose da fare a Milano a Natale 2015

di Manuela Raganati

Quest'anno la nebbia non ci lascia tregua neanche a Sant'Ambrogio e ci ruba tutto il sole e il cielo azzurro. Consoliamoci con un po' di tempo per rilassarci e divertirci! E magari viverci le tradizioni meneghine! Ecco una lista di dieci cose carine da fare nei prossimi giorni a Milano. Se ne avete altre da consigliarmi, scrivetemi qui o sulla mia pagina Facebook dopo ovviamente aver lasciato un Like in dono! A Natale siamo tutti più buoni, vero?


1. Obej Obej: in Piazza Castello, abbandonate ogni speranza, voi che entrate e tuffatevi senza paura nella bolgia del mercatino di Natale per eccellenza: gli Obej Obej! Ne uscirete senz'altro infreddoliti e pieni di regali di Natale per la vostra famiglia! Quest'anno sembra che il vero must della Fiera sia il kitchissimo Mocio Mop... Fino all'8 Dicembre.

2. Alter Bej 2015: per ogni mercatino, c'è un contro-mercatino! Al Cavalcavia Bussa, zona Isola, potrete trovare musica e artisti di strada, ba…

Neve su Tavolara Febbraio 2012

di Manuela Raganati

Ieri mi sono arrivate** ancora numerose fotografie dalla bellissima Sardegna, dopo la copiosa nevicata di domenica. Le più belle, ovviamente, riguardano l'isola che amo da quando sono nata, Tavolara. PER CONTINUARE CLICCA QUI...


Lascia che sia

di Manuela Raganati




Lascia che sia, lascia perdere, lascia andare. E respira...

E' questo che ci dovremmo dire nei momenti in cui tutto sembra andare storto.
Dovremmo ricordarci di queste perle di pura saggezza quando piove e proprio non si vorrebbe uscire, quando i piatti nel lavello sembrano un Everest da scalare, quando la Vita ti chiede di dare sempre di più e tu pensi che nel tuo zainetto di risorse le pillole di energia siano finite.

Lasciamo andare, lasciamo che le cose siano, lasciamo che vadano così come devono andare. Adesso.
Ben presto, riusciremo a vedere il lato positivo di ogni cosa.

Allora prenderemo l'ombrello e ci andremo a fare una bella passeggiata sotto la pioggia battente, magari mano nella mano con la persona amata, poi torneremo a casa e guarderemo il nostro lavello pulito e ripenseremo che ciò che poco prima sembrava una grande scalata, in realtà, era solo un piccolo impegno quotidiano.

E allora cercando meglio nello zainetto, ci renderemo conto che il …