domenica 17 giugno 2012

Un tuffo nella vasca dei ricordi estivi


Buona sera a chi mi legge, buona notte a chi sta andando a sognare e buon giorno a chi verrà a trovarmi su 
queste pagine per caso o per voglia! 


E' una calda sera milanese, classica come una nota di un pianoforte e sospesa come una bolla di sapone. 
In questo periodo, ogni anno, tornano a galla tanti ricordi dell'infanzia, ma anche dell'adolescenza.

A volte queste memorie improvvise sembrano ridonarmi, per un attimo, un po' di quel tempo, di quelle persone, di quelle sensazioni. A volte, invece, mi sembrano togliermi ogni speranza di tornare indietro.


Poi, alzo lo sguardo al cielo e vedo che la luce è ancora accesa nel cielo delle dieci di sera e mi sento bene, respiro l'aria dell'estate che avanza, con tutti i suoi innumerevoli ricordi. 

Guardo l'orologio, di nuovo: si è già fatta notte e mi sento così idiota a ritrovarmi ancora qui davanti ad un computer, dopo averci già lavorato tutto il giorno!

Prima, ho immerso i piedi nell'acqua gelida: per un poco mi sono illusa di averli dentro l'acqua limpida della mia spiaggia e di starmi per tuffare nel blu del mio mare. 

Sono presto tornata alla realtà, dopo aver visto che il livello dell'acqua scendeva inesorabilmente dal tappo della vasca da bagno...








Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates