giovedì 28 giugno 2012

Google Doodle Pirandello: Approdo

 


Oggi Google festeggia con questo simpatico Doodle i 145 anni dalla nascita di Luigi Pirandello, il maestro delle maschere.
 Insomma, oggi è il compleanno del buon Pirandello, nato ad Agrigento il 28 giugno 1967.


Opere teatrali, novelle, romanzi e ovviamente poesia: Pirandello rappresenta una delle più importanti pietre miliari della cultura moderna italiana ed europea. 

Questa poesia è tratta da Noi e il mondo del 1 Gennaio 1914 (pubblicato anteriormente sulla Critica 1895) e s'intitola Approdo:

 E al fine, eccomi in porto. Ancor mi resta 
negli occhi uno stupor truce, una truce 
visione, il terror de la tempesta; 
ma svaniran ne la tranquilla luce. 

È certo, intanto, che son salvo, in porto. 
Logorato, ma salvo. Arida sponda 
e inamabile è questa; è vero: morto 
però a lei mi potea trascinar l’onda. 
 Tutto il tesor che meco avea l'ha il mare.
E pur travolta giacque la persona 
piú cara a me, né la potei salvare: 
ombra mi seguirà che non perdona. 

Ma vinsi la tempesta e in porto or sono; 
so la fortuna del viaggio fosco. 
signor di me, non fo di me piú dono, 
e la mia fredda volontà conosco.


Sei personaggi in cerca di autore, Il fu Mattia Pascal, Uno, nessuno e centomila, Così è se vi pare sono solo i titoli più famosi di alcune delle sue straordinarie opere. 

Quello che più è importante ricordare dell'opera pirandelliana è la complessità dei temi esistenziali e psicologici enunciati dalle sue tragic-commedie. 

La crisi psicologica ed esistenziale che investe l'uomo moderno è la causa delle maschere degli uomini, ovvero quelle immagini apparenti, quelle sembianze che ci creiamo su noi stessi o sugli altri.



Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates