lunedì 12 marzo 2012

Tramonto a Milano: i colori della vita

Di Manuela Raganati

Sono sulla 62, il mio iPod attacca con Nothing else matter. Dopo una pesante giornata lavorativa, mi sento un po' come una vecchia carta di giornale sbiadita, da buttar via.

Mentre penso che il Lunedì sia il giorno più pesante della settimana, sognando di stendermi al più presto sul letto, il mio autobus attraversa Largo Medaglie d'Oro e lo spettacolo che colpisce i miei occhi è davvero mozzafiato, lascia davvero senza parole.

Per visualizzare altre bellissime foto, continua a leggere...
Ecco la Milano che amo, quella che in una sera di inizio primavera ti rapisce verso altri mondi, quella che accoglie nella sua rude urbanità tutte le tonalità di un inaspettato tramonto e che si lascia sprofondare negli infiniti misteri di quel chiaro-scuro che si profila sull'orizzonte di viale Filippetti.

La fine del giorno, la vita che avanza Milano l'accoglie così, guardando il domani da questa prospettiva rosea-purpurea, ricordando a tutti quanto è bella la sera quando si è stanchi.



6 commenti:

  1. Uscire dal lavoro e vedere uno spettacolo così fa amare un pochino di più Milano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Tiziana, credo che Milano sia bella proprio per questo: ci fa innamorare di lei a poco, a poco... forse è l'elisir di lunga vita, o meglio di 'lungo amore'

      Elimina
  2. è una magia... una splendida magia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, qualcosa di gratuito ed estremamente bello

      Elimina

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates