mercoledì 22 dicembre 2010

Omaggio a...John Donne: The good morrow

The good morrow, from Songs and Sonnets, 1663.

I wonder by my troth, what thou, and I
Did, till we lov'd? were we not wean'd till then?
But suck'd on countrey pleasures, childishly?
Or snorted we in the seven sleepes den?
T'was so; But this, all pleasures fancies bee.
If ever any beauty I did see.
Which I desir'd, and got, t'was but a dream of thee.

And now good morrow to our waking soules,
Which watch not one another out of feare;
For love, all love of other sights controules,
And makes one little room, an every where.
Let sea-discoverers to new worlds have showne,
Let us possess one world, each hath one, and is one.

My face in thine eye, thine in mine appeares,
And true plaine hearts doe in the faces rest,
Where can we finde two better hemispheres
Without sharpe North, without declining West?
What ever dies, was ot mixt eqaully;
If our two loves be one, or, thou and I
Love so alike, that none do slacken, none can die.

Il buongiorno
Mi chiedo, in verità, che cosa tu ed io
facessimo prima di innamorarci?
              non eravamo ancora svezzati?
ci nutrivamo di piaceri campestri, infantilmente?
o dormivamo profondamente nella caverna
               dei sette dormienti?
se era così, allora, tutti i piaceri non sono che
               fantasie.
Se mai ho visto altra bellezza,
che ho desiderato e avuto, non era che un sogno
                di te.

E allora buon giorno alle nostre anime che
               si destano,
che non si guardano l'un l'altra per paura,
perchè l'amore, tutto l'amore di altre visioni
               controlla,
e fa di una piccola stanza, un universo.
Lasciamo che i naviganti vadano verso nuovi mondi,
lasciamo che le mappe mostrino ad altri mondi
               sempre nuovi,
lasciamo che un mondo ci possegga, ciascuno né ha uno,
uno soltanto.

Il mio viso nei tuoi occhi, il tuo nei miei appare
i cuori semplici si manifestano nel viso,
Dove possiamo trovare due migliori emisferi
senza il gelido nord, senza il declinante ovest?
ciò che muore, non era fuso in modo armonioso;
se i nostri due amori non sono che uno,o, tu ed io
ci amiamo in modo così simile, che nessuno
              viene meno, nessuno morirà.     

       


Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates