Passa ai contenuti principali

BURIED. SEPOLTO

Sepolto sotto terra. In una cassa di legno.
Cosa e chi lo tirerà fuori da quell'orribile prigione?
BURIED è il nuovo film di Rodrigo Cortés che uscirà nelle sale il 15 ottobre 2010.
Non è di certo un film facile, leggero, spensierato, probabilmente non sarà un film per tutti (astenersi claustrofobici), forse non sbancherà ai botteghini, ma sicuramente non vi lascerà uscire dalle sale senza aver provato emozioni forti.
Vi toglierà il respiro.

L' idea narrativa è davvero geniale: un uomo chiuso in una cassa sotterrata, un cellulare e alcuni altri oggetti. Tutta la trama della storia passa attraverso questi pochissimi 'attanti', per dirla alla Greimas. L'intreccio è un po' assurdo, ma contrasta in modo efficace con il crudo e intenso realismo della claustrofobica agonia di questo eccezionale Ryan Reynolds, che per chi ancora non lo sapesse è il fortunato maritino della bella Scarlett Johansson.

Io durante i primi dieci minuti di film pensavo di avere, da un momento all'altro, una crisi di panico. Durante la visione di questo film è importante sapersi controllare con il processo d'identificazione. Quando poi si entra nella cassa, ci si ambienta in modo sorprendente a questo angusto spazio, vera prigione dei sensi. Il buio è opprimente, corrispettivo oggettivo della mancanza d'aria. L'interprete è davvero bravo a trasmettere emozioni forti attraverso la mimica facciale, probabilmente nella versione in lingua originale, anche attraverso le modulazioni della voce.
E' indubbiamente un film interessante sotto l'aspetto della sperimentazione filmica, un film girato quasi a costo zero e che, vi sembrerà impossibile, essendo interamente girato per 94 minuti in una cassa, ma vi lascerà anche alcuni interessanti spunti sulla nostra società, primo fra tutti: il cinismo.

Link:
http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2010/10/06/news/buried_film-7780049/?ref=HREC2-10


http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2010/01/25/news/buried-sundance-2068561/

http://www.comingsoon.it/Film/Scheda/Trama/?key=47828&film=Buried-Sepolto



Commenti

  1. Sto guardando giusto in questo momento "Paranormal Activity"... che in quanto ad ansia direi che non è niente male :D
    Buried mi ricorda molto una puntata di CSI girata nientemeno che da Quentin Tarantino, nella quale uno dei protagonisti veniva sotterrato vivo in una bara insieme ad una webcam. Decisamente pesante...

    RispondiElimina
  2. Si infatti, ho letto di questo episodio di Tarantino per CSI... Non l'ho visto, però! Neanche "Paranormal Activity", anche se in questi ultimi giorni mi sento molto in questo stato mentale! Il film merita di comunque di esser visto, all'inizio è un po' peso, ma poi...

    RispondiElimina

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Post popolari in questo blog

10 cose da fare a Milano a Natale 2015

di Manuela Raganati

Quest'anno la nebbia non ci lascia tregua neanche a Sant'Ambrogio e ci ruba tutto il sole e il cielo azzurro. Consoliamoci con un po' di tempo per rilassarci e divertirci! E magari viverci le tradizioni meneghine! Ecco una lista di dieci cose carine da fare nei prossimi giorni a Milano. Se ne avete altre da consigliarmi, scrivetemi qui o sulla mia pagina Facebook dopo ovviamente aver lasciato un Like in dono! A Natale siamo tutti più buoni, vero?


1. Obej Obej: in Piazza Castello, abbandonate ogni speranza, voi che entrate e tuffatevi senza paura nella bolgia del mercatino di Natale per eccellenza: gli Obej Obej! Ne uscirete senz'altro infreddoliti e pieni di regali di Natale per la vostra famiglia! Quest'anno sembra che il vero must della Fiera sia il kitchissimo Mocio Mop... Fino all'8 Dicembre.

2. Alter Bej 2015: per ogni mercatino, c'è un contro-mercatino! Al Cavalcavia Bussa, zona Isola, potrete trovare musica e artisti di strada, ba…

Neve su Tavolara Febbraio 2012

di Manuela Raganati

Ieri mi sono arrivate** ancora numerose fotografie dalla bellissima Sardegna, dopo la copiosa nevicata di domenica. Le più belle, ovviamente, riguardano l'isola che amo da quando sono nata, Tavolara. PER CONTINUARE CLICCA QUI...


Lascia che sia

di Manuela Raganati




Lascia che sia, lascia perdere, lascia andare. E respira...

E' questo che ci dovremmo dire nei momenti in cui tutto sembra andare storto.
Dovremmo ricordarci di queste perle di pura saggezza quando piove e proprio non si vorrebbe uscire, quando i piatti nel lavello sembrano un Everest da scalare, quando la Vita ti chiede di dare sempre di più e tu pensi che nel tuo zainetto di risorse le pillole di energia siano finite.

Lasciamo andare, lasciamo che le cose siano, lasciamo che vadano così come devono andare. Adesso.
Ben presto, riusciremo a vedere il lato positivo di ogni cosa.

Allora prenderemo l'ombrello e ci andremo a fare una bella passeggiata sotto la pioggia battente, magari mano nella mano con la persona amata, poi torneremo a casa e guarderemo il nostro lavello pulito e ripenseremo che ciò che poco prima sembrava una grande scalata, in realtà, era solo un piccolo impegno quotidiano.

E allora cercando meglio nello zainetto, ci renderemo conto che il …