Passa ai contenuti principali

Estate in città

Non solo al mare o in montagna è arrivata l’estate, ma anche nelle città, dove i termometri sono schizzati inesorabilmente sui 35- 40 gradi. E il caldo fa pensare alle vacanze, ma per qualcuno sono vicine, per altri ancora lontane. Chi infatti, come me, dovrà resistere ancora un po’ a studiare e lavorare in città, o deciderà di farsi le ferie in un altro periodo dell’anno, dovrà viversi quello che la natura della metropoli offre in estate per combattere l’afa, per allietarsi i pomeriggi del weekend o semplicemente per esplorare il territorio in cui vive . Ecco, allora, un paio di itinerari interessanti e divertenti dai quali potete trarre spunto per qualche passeggiata in città o in bici.
Il parco è il luogo giusto per trovare un po’ di fresco in una giornata torrida di luglio. Sdraiandosi sotto un albero, all’ombra, potrete gustarvi la lettura di un buon libro, sognando di essere nella fresca e umida Irlanda, per esempio! Oppure potreste intrattenervi con una fashion magazine per affrettarvi ad architettare il vostro look estivo, sorseggiando un fresco succo di frutta. Se invece siete in compagnia, organizzate un pic-nic, dopo il quale vi troverete tutti sdraiati a pancia all’aria per il classico sogno di mezza estate! In città sono facilmente raggiungibili molti parchi: i Giardini Pubblici di via Palestro, il parco Sempione, Lambro, Forlanini. Munitevi di spray anti- zanzara e se volete conoscere nuovi parchi, consultate qualche guida comunale e troverete gli indirizzi di tutti i luoghi verdi della città.
Il bosco in città, per esempio, è nato nel 1974, dopo una bonifica dell’area dove oggi sorge. L’ingresso principale si trova in via Novara. E’ un’esperienza fantastica perdersi nei suoi sentieri, ritrovarsi in silenziose radure battute solo da cavalli, sentire il ronzio delle vespe e fotografare le tartarughe nel lago. Una passeggiata in questo enorme parco equivale ad una scampagnata fuori Milano, solo che ci si arriva facilmente anche in autobus! E’ strano pensare di trovarsi non lontani dall’autostrada o dallo Stadio di San Siro che, qua e là, si scorge da lontano. Ma pur essendo immersi ancora nel tessuto urbano, ci si dimentica prestissimo della città! L’itinerario può proseguire con una passeggiata nei vicinissimi Parchi di Trenno e delle Cave, nei quali incontrerete vecchie cascine e vasti, silenziosi spazi. La durata di questo percorso è di circa un’oretta e mezza in bici e di almeno tre ore a piedi, quindi potrete approfittare della ‘s-cìttadinata’ per fare un po’ di sport!
La bellezza di camminare in città si racchiude misteriosamente nella possibilità di imbattersi in luoghi o persone sorprendenti che nessuna guida turistica vi può segnalare anticipatamente. Quindi, lasciatevi trasportare dalla vostra città, seguendo tratti di strade sconosciute, perdendovi un po’ all’interno della grande piovra che è Milano, con i suoi tentacoli mai fermi, sempre in movimento, sempre al lavoro per trasformare sé stessa. Ascoltate il cuore della città, per ricordare Savinio, e troverete tutto quello che state realmente cercando!















(In collaborazione con Sport à porter)

Commenti

Post popolari in questo blog

10 cose da fare a Milano a Natale 2015

di Manuela Raganati

Quest'anno la nebbia non ci lascia tregua neanche a Sant'Ambrogio e ci ruba tutto il sole e il cielo azzurro. Consoliamoci con un po' di tempo per rilassarci e divertirci! E magari viverci le tradizioni meneghine! Ecco una lista di dieci cose carine da fare nei prossimi giorni a Milano. Se ne avete altre da consigliarmi, scrivetemi qui o sulla mia pagina Facebook dopo ovviamente aver lasciato un Like in dono! A Natale siamo tutti più buoni, vero?


1. Obej Obej: in Piazza Castello, abbandonate ogni speranza, voi che entrate e tuffatevi senza paura nella bolgia del mercatino di Natale per eccellenza: gli Obej Obej! Ne uscirete senz'altro infreddoliti e pieni di regali di Natale per la vostra famiglia! Quest'anno sembra che il vero must della Fiera sia il kitchissimo Mocio Mop... Fino all'8 Dicembre.

2. Alter Bej 2015: per ogni mercatino, c'è un contro-mercatino! Al Cavalcavia Bussa, zona Isola, potrete trovare musica e artisti di strada, ba…

Neve su Tavolara Febbraio 2012

di Manuela Raganati

Ieri mi sono arrivate** ancora numerose fotografie dalla bellissima Sardegna, dopo la copiosa nevicata di domenica. Le più belle, ovviamente, riguardano l'isola che amo da quando sono nata, Tavolara. PER CONTINUARE CLICCA QUI...


Lascia che sia

di Manuela Raganati




Lascia che sia, lascia perdere, lascia andare. E respira...

E' questo che ci dovremmo dire nei momenti in cui tutto sembra andare storto.
Dovremmo ricordarci di queste perle di pura saggezza quando piove e proprio non si vorrebbe uscire, quando i piatti nel lavello sembrano un Everest da scalare, quando la Vita ti chiede di dare sempre di più e tu pensi che nel tuo zainetto di risorse le pillole di energia siano finite.

Lasciamo andare, lasciamo che le cose siano, lasciamo che vadano così come devono andare. Adesso.
Ben presto, riusciremo a vedere il lato positivo di ogni cosa.

Allora prenderemo l'ombrello e ci andremo a fare una bella passeggiata sotto la pioggia battente, magari mano nella mano con la persona amata, poi torneremo a casa e guarderemo il nostro lavello pulito e ripenseremo che ciò che poco prima sembrava una grande scalata, in realtà, era solo un piccolo impegno quotidiano.

E allora cercando meglio nello zainetto, ci renderemo conto che il …