mercoledì 23 giugno 2010

Milano Milano

La luce, quanta luce, quanta luce bellissima illumina questa mia città. Mi trovo ad osservare le cose con un altro sguardo, quasi un nuovo punto di vista. Ho voglia di partire, ho voglia di essere lontana da qui, ma perchè amo questa mia città, perchè sarà sempre bello tornarci, viverci. Ogni singola via mi ricorda qualche volto umano: amici, nemici, incontri, persone, edicolanti, tabaccai, panettieri, baristi, insegnanti, professori, bibliotecai, clochard, farmacisti, librai, erboristi, tifosi.
La città comunica, dal verbo latino communicare (mettere in comune qualche cosa) che oggi mi è piaciuto molto, traducendo la Pro Caelio di Cicerone. Cosa mette insieme la città? Mette insieme marciapiedi, muri, cemento, asfalto, praticelli, alberi, pochi alberi, lampioni, cartelloni pubblicitari, le facciate antiche dell'Università, la luna, le chiese, i cani, il tramonto, i tram al capolinea, il marmo del Duomo, i panzerotti di Luini, angoli di memoria, le statue, le rondini, la cupola dell'Ottagono, le panchine di San Fedele, gli scoppiati, le porte che si aprono, quelle che si chiudono, i sogni che si avverano e quelli che, pur non avverandosi, ci permettono di vivere in questa mia città.



Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates