venerdì 18 giugno 2010

Consigli utili per abbronzarsi al meglio. Sport à porter

Ciao a tutti quelli che sono in partenza e a tutti quelli che invece devono attendere ancora un po’ per le vacanze! Nonostante questa anomala pioggia di giugno che sembra voglia farci ritardare i preparativi per l’estate, è bene non perdere tempo e iniziare fin da subito a pensare quali siano i migliori trucchi per ottenere una tintarella da urlo! L’abbronzatura perfetta esiste e occorre semplicemente prestar attenzione ad alcune semplici regole per tornare in città con un look invidiabile.

Innanzitutto, bisogna preparare la propria pelle al sole. Per renderla più morbida, alla sera dopo una bella doccia tonificante, regalatevi un massaggio con una buona crema idratante, che oltre a migliorare gli inestetismi della cute, riattiva la circolazione. Non dimenticatevi che un’alimentazione corretta e ricca di vitamina A e carotenoidi stimola la melanina, la famosa sostanza che rende scura la nostra pelle. Quindi, fatevi una scorpacciata di carote, pomodori, meloni, spinaci e albicocche ma ricordatevi che la miglior dieta è la combinazione completa di tutti gli alimenti. Inoltre, spesso può anche esser utile assumere alcuni tipi d’integratori al betacarotene che rendono ancora più veloce questo processo.

In spiaggia o in montagna, poi, non può assolutamente mancare una crema solare protettiva specifica per il proprio fototipo. Infatti, ognuno di noi presenta caratteristiche diverse di pelle: chi più olivastra, chi più chiara. Per questo è davvero importante scegliere la crema più adatta alla vostra pelle. Se avete dubbi, fatevi consigliare da un dermatologo o dal farmacista. Rischiate di ustionarvi e di dover evitare l’esposizione al sole per giorni, rimanendo a casa annoiati, mentre tutti se la spassano in spiaggia!

Non bisogna aver fretta! L’abbronzatura se è raggiunta gradualmente, dura di più. Quindi i primi giorni state attenti a non stare troppe ore al sole. Solo così eviterete di ritrovarvi la faccia di quel tipico colore rosso fuoco e di essere oggetto di sfottò da chi invece è più nero!

Cercate di non addormentarvi in spiaggia nell’ora più calda (da mezzogiorno alle quattro, circa). Sempre che non vi siate appena svegliati dopo una lunga notte in discoteca! Rischiate un violento abbassamento di pressione, una specie di dolce svenimento sotto il solleone, oltre che un invasione di bambini sul vostro asciugamano con conseguente sotterramento di sabbia del vostro caro iPod. Decisamente da evitare!

A coloro che invece amano il trekking e le passeggiate in natura, è bene ricordare di utilizzare un burro cacao ad alta protezione solare per le delicatissime labbra, da applicare soprattutto in seggiovia mentre si sale ad alta quota dove i raggi UVB sono più forti. Infatti il sole della montagna è il più pericoloso: si rischiano insolazioni con ustioni e febbre alta. Non occorre ribadire quanto sia importante che anche durante l’ attività sportiva vi proteggiate con le vostre creme ad alto fattore solare.

Anche l’abbronzatura ha una sua estetica. Infatti, deve essere presa in modo uniforme per sfuggire agli odiosissimi segni che lasciano le spalline dei costumi delle girls o i lunghi boxer dei maschietti. Quando prendete il sole, abbassate le spalline del costume per lasciare che le spalle siano libere. Quando vi abbronzate sulla parte posteriore, slacciate i nodi dei vostri costumi a triangolo per fare abbronzare tutta la schiena e il collo. E voi uomini, alzate un po’quei lunghi pantaloncini e prendete un po’ di colore anche sulle cosce!

Però ricordatevi che il miglior modo per prendere il sole non è rimanere stesi e immobili sul proprio telo come lucertole, ma muoversi molto: passeggiare sulla riva del mare, nuotare, fare snorkeling, aquagym, surf, windsurf, andare in canoa, in vela, in barca oppure giocare a beach volley. Prendere il sole, infatti, non deve essere uno stress, ma un momento di rilassamento profondo intervallato da momenti di attività sportive completamente immersi nella natura.

In ultimo, bagnatevi spesso con l’acqua di mare, o se preferite spruzzatevi dell’acqua dolce per evitare che si secchi troppo la pelle. Contemporaneamente, non scordate di portar con voi, una borraccia d’acqua fresca per dissertarvi, ovviamente, ma anche per reintegrare i sali minerali che si perdono con il sudore durante l’esposizione solare e indispensabili a mantenere fresca e giovane la propria pelle.

(In collaborazione con Sport à porter)


Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates