domenica 29 novembre 2009

L'abitudine

Amo scrivere e amo ascoltare le persone che leggono
le cose che scrivono. Amo vedere le persone
cambiare i loro abituali atteggiamenti chiusi e
diffidenti in situazione nuove ma divertenti.
Capisco allora il senso delle parole di Tolstoj
quando scrive che l'abitudine uccide la vita delle
persone. Gesti ripetuti e meccanicizzati fan da
sfondo alla nostra esperienza quotidiana, impedendoci
di vedere cosa c'è di veramente nuovo, cosa c'è di
veramente speciale nelle nostre esistenze.
Certo, non sempre possiamo aspettarci l'epifania
che ci apre la via alla consapevolezza, altrimenti
saremmo ancora vittime di un processo abituale, scontato
e schematico. Anche l'esperienza artistica ripetuta,
perenne, abituale ci porterebbe all'alienazione completa.
Questi due mondi convivono nella nostra mente per
darci la possibilità di evadere da una e dall'altra
a seconda dei momenti. E per fortuna, aggiungerei!
Anche nella vita quotidiana perciò dovremmo
cercare di non accontentarci di ripetere ad oltranza
determinate azioni, dovremmo evitare di rimanere
incastrati in una dimensione abitudinaria e
variare continuamente i nostri modi di fare,
i nostri modi di essere.
Un giorno mi è stato detto di non fare mai l'errore
di dare tutto per scontato. Io vi auguro di sentirvelo
dire in faccia perchè è sempre un ottimo scossone
e un'ottima sveglia...
Nulla è scontato e nulla dev'essere preteso
o atteso in modo abituale e inconsapevole...


Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates