Passa ai contenuti principali

Professione:scrutatrice


L'avventura della scrutinatrice di seggio
è finita.Scrivo le mie impressioni a caldo
perchè appena tornata dopo una tre giorni
di schede elettorali,compilazione registri,
rapporto col pubblico votante,rappresentanti
di lista,rifondaroli,pdini,pdellini,casini,
timbri,poliziotti e vigili,colleghi simpatici,
collega insopportabile e quant'altro...

Ma come si fa a votare Iva Zanicchi?
Vorrei sapere con curiosità chi dei
votanti che mi son passati davanti abbia
avuto il coraggio di segnare la preferenza
per Iva...e ne ha presi ben 8 di voti nella
mia sezione...
Bha...
Allibisco di fronte a queste cose...

Comunque,passando al racconto delle elezioni...
Dopo il consueto svolgimento delle votazioni
e la chiusura dei seggi alle 22,si è subito iniziato
lo scrutinio per l'Europee.

La stanchezza era già tanta ma sarebbe andata a
progredire sempre più...
Una marea di iter burocratici e di firme e di registri
e di voti...Ahimè nella mia sezione ha votato il 64%
perciò le operazioni di scrutinio si sono protratte
fino alle 3.30---
Un delirio!
La gente è totalmente impazzita perchè ha avuto
l'accortezza di mettere mille preferenze sulle
schede quindi il tutto ha complicato le operazioni.
Inoltre,per migliorare la situazione già di per sè
drammatica,i candidati dei seguenti partiti:
Pd,Pdl e Rifo,supervisionavano la faccenda...
E continuavano a spaccare le palle su ogni scheda...
Questa per me è nulla,questa per me è così,colà..
blablabla---
Tant'è che le contese col presidente sono state
parecchie...
Io in tutto ciò spuntavo i registri per il conteggio
e guardavo queste scene come se fossero
in uno schermo piatto...
Totalmente alienata dai voti dei partiti...
Oggi per le Proivinciali stessa cosa,però dai
siam andati un po' più spediti!
E dopo un weekend di splendido sole e vento
passato nell'aula della scuola DeMarchi
a spiegare agli storditi come si votava,
esco finalmente dall'incubo e trovo il cielo
plumbeo.Ora piove.
E sono un po' alle cozze per desrivere sul
mio blog l'esperienza elettorale!
Comunque leggendo il tutto in modo trasversale,
mi sono divertita!
Ho imparato un po' di cose e ho fatto andare un po'
le mani ultimamente fin troppo intorpidite.
Fra 2 settimane mi sparo pure il referendum!
Olè!
Altro giro altro regalo...

Commenti

Post popolari in questo blog

10 cose da fare a Milano a Natale 2015

di Manuela Raganati

Quest'anno la nebbia non ci lascia tregua neanche a Sant'Ambrogio e ci ruba tutto il sole e il cielo azzurro. Consoliamoci con un po' di tempo per rilassarci e divertirci! E magari viverci le tradizioni meneghine! Ecco una lista di dieci cose carine da fare nei prossimi giorni a Milano. Se ne avete altre da consigliarmi, scrivetemi qui o sulla mia pagina Facebook dopo ovviamente aver lasciato un Like in dono! A Natale siamo tutti più buoni, vero?


1. Obej Obej: in Piazza Castello, abbandonate ogni speranza, voi che entrate e tuffatevi senza paura nella bolgia del mercatino di Natale per eccellenza: gli Obej Obej! Ne uscirete senz'altro infreddoliti e pieni di regali di Natale per la vostra famiglia! Quest'anno sembra che il vero must della Fiera sia il kitchissimo Mocio Mop... Fino all'8 Dicembre.

2. Alter Bej 2015: per ogni mercatino, c'è un contro-mercatino! Al Cavalcavia Bussa, zona Isola, potrete trovare musica e artisti di strada, ba…

Neve su Tavolara Febbraio 2012

di Manuela Raganati

Ieri mi sono arrivate** ancora numerose fotografie dalla bellissima Sardegna, dopo la copiosa nevicata di domenica. Le più belle, ovviamente, riguardano l'isola che amo da quando sono nata, Tavolara. PER CONTINUARE CLICCA QUI...


Progetto Seacoustic: i suoni di pesci, posidonie e coralli a Tavolara

di Manuela Raganati


Da sempre si dice muto come un pesce. 
Ma la notizia che arriva dalla Sardegna smentisce questo luogo comune.
Il gruppo di ricerca Chorus e l'Agence de l'eau, in collaborazione con l'Area Marina Protetta di Tavolara, hanno catturato i suoni subacquei e registrato la playlist del mare, nell’area di Molarotto, Molara e Capo Coda Cavallo. E che musica! 

Cinque i giorni di ascolto e registrazioni realizzate in orari diversi. Suoni differenti in base all’orario, alla presenza umana. Vocalizzi che l'orecchio umano non può captare, ma che non sfuggono agli idrofoni.
L'affascinante progetto si chiama Seacoustic: le intercettazioni sonore sono state catturate attraverso degli idrofoni calati sott'acqua. I grandi e sofisticati microfoni sono riusciti a registrare le chiacchierate nel blu di saraghi, cerne, murene, posidonie e coralli.
Il bellissimo ambiente dell'Area Marina Protetta di Tavolara si rende ancora una volta teatro di belle scoperte: qu…