giovedì 28 maggio 2009

Insalata di riso.


Le amiche sono belle perchè ti conoscono da una vita,
perchè con loro apri cassetti della memoria.
Condividere con loro la vita di tutti i giorni
è un po' come riempire quei cassetti
con tante nuove maglie intrecciate.

Le canzoni,le foto,i racconti,le serate passate insieme,gli scazzi,le guerre fredde,i distacchi,le riprese,le chiacchere,le sizze,le ore perse e ritrovate a cercarsi e frequentarsi in cerca di appoggio,
in cerca di diversità e allo stesso tempo
di somiglianza...

Tutti giochi che non finiscono mai...


E allora è bello ritrovarsi intorno
ad un tavolo rotondo e sentire che tutto
è cambiato
ma che tutto è ancora lì...
E' un miscuglio di personalità diverse,
ma che insieme hanno un buon sapore...


I nomi sui segnaposti sono sempre gli stessi,
le faccie sempre più belle e guardarsi indietro
non fa più paura che guardarsi avanti...


Il punto è che ci siamo,
siam lì e non c'è
un motivo,
c'è solo un'insalata di riso.
Anzi ben tre insalate di riso!

Il piacere che sentivo nel prepararle
era qualcosa di affettuoso...
E divertirmi a poter coccolarmi
un po' queste fanciulle squinternate
è stata una sensazione
che mi mancava
e che mi ha riempito di
fiducia.

Speculare è un'altra scena della sera.
In un palcoscenico diverso
va in onda un altro ritrovo di amiche.

Qui un motivo c'è,
e non si tratta di insalate di riso,
ma di ricorrenze.

Un po' mi chiedo che ci faccia io lì,
un po' sento che quel momento
mi appartiene poco
ma ugualmente
me lo godo osservando chi e cosa
mi sta intorno.

Ragazze di ogni genere sono sedute
intorno ad un tavolo (questa volta rettangolare)
e bevono tequila sale e limone...
Forse non si conoscono
ancora bene...

Ho 24 anni...
(anche se alcuni dicono che ne abbia
già 25,ma sono illazioni!)
e non ricordo di aver mai bevuto
tequila sale e limone...

Un po' me ne vergogno,a dir la verità...
Anche perchè il sale dove diavolo si mette?
E poi quando si lecca?
Sbircio quello che fanno le altre signore.

Ok!Mi sembra di aver capito tutto...
Facile, seguo l'ordine delle parole
nei miei gesti (tequila1-sale2-limone3...
altrimenti perchè la chiamerebbero così?!)

Quella di fianco a me,Dora,invece
mi sgama subito...
E mi fa notare gentilmente che
prima di bere,devo andar di sale!

Mi prendo un po' in giro da sola.

Qui l'alcol facilita le cose,
ma le cose a volte sarebbero più facili
anche senza l'aiuto dell'alcool...
Il fatto è' che l'orgoglio è una bella corazza difensiva
e senza di quello,però,
saremmo esseri molli e inarticolati.
Amebi.

Ognuno ha sempre qualcosa da dire,
da ribadire,
da ribattere
e rivedere...

Ma pochi si accorgono
che basta poco per girare pagina
e mantenere vivo
qualcosa di speciale
che va oltre le parole scritte o dette,
ma che solo s'insinua nelle
pieghe stanche della vita di
sempre.

Buona notte,miei giovani lettori.


2 commenti:

  1. gaia scusa per l'immagine che ti evocherà brutti momenti...ahahaha!Tequila 1 - Gaia 0

    RispondiElimina
  2. grazie manu,
    tequila 12 gaia 0.....è che è cosi buoona e simpatica da beere...
    poi però.....ma come cavolo hai fatto a salire in macchina con me?...la fiducia passa anche da quello....:)
    caz d bu...(shhhhh)
    bel racconto, come un film

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates