martedì 5 maggio 2009

Parlare non voglio...


Gli occhi mi guardavano in modo dolce e,
nello stesso tempo,scrutavano
scuri e silenziosi.
I dentini tutti fuori,appoggiati
sul labbro inferiore,
accennavano ad un sorriso intimidito.

Chissà cosa stava pensando
mentre si accorgeva di esser così piccolo e
vivo rispetto a me.

Cercava di esprimere qualcosa che non riusciva
a tirar fuori con le parole.
Io facevo finta di niente
per non dirgli quanto gli volevo bene.

Giocare e ridere mentre il sole si annuvolava
e poi tornava alla sua luce di maggio.

Cresceva ad ogni cosa nuova che scopriva.
Il mondo era così grande e pieno di cose animate.

Ad una testata forte contro il cassetto della cucina,
rispondeva con una risata interdetta.
Con tutte le sue macchinine colorate sotto braccio,
se ne andava poi a giocare ai giardinetti di Piazza Guardi.

Biondo,con occhioni scuri e un pigiamino di puzzle colorati
si svegliava tutto sudato con quel profumo
che solo i bambini possono avere.

Mi diceva sfarfugliante,dopo tutte le mie domande:
"Parlare non voglio appena svegliato...".




Nessun commento:

Posta un commento

Cosa ne pensi? Ti è piaciuto il post? Lascia un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Designed ByBlogger Templates